La Tosse in Omeopatia -Riassunto-

La tosse è un meccanismo di difesa del corpo.

Possiamo usare Ipeca quando c’è irritazione delle mucose, quando la tosse è continua e convulsiva e c’è un’abbondante quantità di catarro. La persona migliora stando seduta.

Antimonium tartaricum si può usare quando la tosse sembra secca ma c’è del catarro che non riesce ad espellere. quando finalmente riesce ad espellere il catarro, questo è denso, viscoso ed appiccicoso.

Drosera viene consigliato quando la tosse è secca, spasmodica e continua, ad insorgenza prevalentemente notturna.

Spongia Tosta è il rimedio della tosse tracheale, di una tosse molto simile a quella di Drosera, ma che dura tutto il giorno. Solitamente è la tosse che deriva da un raffreddore poco curato.

Rumex viene consigliato quando la tosse è stizzosa, secca e parte come un prurito alla gola. E’ il rimedio del classico “raspino alla gola”.

Bryonia viene utilizzato quando invece la tosse è secca e profonda, ed il paziente prova dolore ad ogni colpo di tosse.

Pulsatilla viene usato nella tosse secca di giorno e grassa di notte, dove il catarro presenta un caratteristico colore giallo.

Sticta viene invece consigliato a chi ha una tosse bronchiale, con il naso tappato ed il catarro verde intenso.

Dott.ssa Cristina Reggiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *